lunedì 11 settembre 2017

II Teatro Umoristico "I De Filippo" - Stagione teatrale 1932-33

L'arte della Commedia


Stagione teatrale 32-33

Oltre a nuove commedie, ripropongono:


  1. Natale in casa Cupiello;
  2. Sik-Sik,l'artefice magico;
  3. Farmacia notturna;
  4. Quei figuri di trent'anni fa;
  5. Tutti uniti canteremo;
  6. Aria paesana;
  7. Caccia grossa;
  8. Cupido scherza e spazza;
  9. Una persona fidatissima;
  10. Miseria bella.


Della Compagnia fanno parte ,oltre ai tre fratelli Eduardo, Titina e Peppino De Filippo:


  • Tina Pica,
  • Dolores Palumbo, 
  • Gennaro Pisano, 
  • Pietro Carloni, 
  • Luigi De Martino,
  • Peppino De Martino, 
  • Ninuccia Pezzullo,  
  • Mrgherita Pezzullo, 
  • Maria Carloni, 
  • Giuseppe Gambardella, 
  • Vito Verde, 
  • Ester Carli, 
  • Bianca Melina, 
  • Salvatore Strani


« [...]  Ma tutto questo e animato e avvivato dall'arte vera e schietta e semplice e umana dei tre fratelli De Filippo. II cui segreto e ormai chiaro che consiste nell'assenza di qualunque segreto, nella dedizione di ciascuno dei tre al proprio personaggio...». 
(Silvio D'Amico. 18 gennaio 1933,
Cronache del Teatro, Laterza, Bari,
1964, p. 263)

Le nuove commedie:

1. Chi è cchiù felice 'e me
Prima:
9 ottobre 1932
Napoli Teatro Sannazzaro

Archivio Multimediale degli Attori Italiani - Firenze  University Press, 2012

«Chi è cchiù felice ’e me […] fu un trionfo, anche perché rappresentava una rottura con il vecchio teatro, dove non s’era mai visto un finale nel quale l’attor giovane prendeva l’attrice, la rovesciava su un tavolo e ci si buttava addosso. A questo punto le grida erano bestiali!  Strillavano… Ma il successo fu grosso» 

(Eduardo De Filippo, 
nel corso delle sue lezioni 
all’Università di Roma).







.
2. Cuoco della mala cucina
Prima:
 21 ottobre 1932
Napoli Teatro Sannazzaro

3. Amori e balestre
Prima:
9 ottobre 1932
Napoli Teatro Sannazzaro

4. Ditegli sempre di si
Prima:
10 novembre 1932
Napoli  Teatro Nuovo
" Osservate un po', Eduardo De Filippo nella parte del pazzo: non è allegro davvero e va compiendo 

 Archivio Multimediale degli Attori Italiani - Firenze  University Press, 2012
Ditegli sempre di si - Compagnia Teatro Umoristico i De Filippo - 1933
Osservate un po', Eduardo De Filippo nella parte del pazzo: non è allegro davvero e va compiendo le sue stravaganze con un'efficacia così contenuta e precisa che in certi momenti lo spettatore si chiede se gli sia permesso ridere a tutti gli equivoci, i malintesi, gli scombussolamenti provocati dalla presenza di un pazzo in una casa dove ognuno lo ritiene un uomo normale appena tornato da un lungo viaggio. La denominazione di Compagnia del Teatro Umoristico e' veramente appropriata alla compagnia dei De Filippo. E' questa veramente una delle poche volte che la parola umorismo viene inteso nel suo giusto significato " .
(Enrico Serretta, 
Comoedia, n. 10, 1933).

" Il primo atto rappresentato ieri sera dai De Filippo è un piccolo capolavoro non soltanto dal punto di vista teatrale ma soprattutto da quello interpretativo: Eduardo De Filippo trova infatti modo con esso di darci la piena misura della sua sensibilità, creando con singlare acutezza la figura d'un pazzo. [...] La misura in cui Eduardo De Filippo costruisce la figura del pazzo, le sue espressioni, i suoi tic, le sue amnesie, i pasticci che crea, le prepotenze che esercita, sono d'un'efficacia veramente straordinaria " .
(Ermanno Contini, Il Messaggero, 
Roma, 22 novembre 1934).


5. O padrone songh'io
Prima:
1 dicembre 1932
Napoli Teatro Sannazzaro

6. Parlate al portiere
Prima:
17 gennaio 1933
Napoli Teatro Sannazzaro

7. A Coperchia è caduta una stella
Prima:
14 dicembre 1932
Napoli Teatro Sannazzaro


8. Signorine
Prima:
12 gennaio 1933
Napoli Teatro Sannazzaro

9. La lettera di mammà
Prima:
4 gennaio 1933
Napoli Teatro Sannazzaro

10. Sara' stato Giovannino

Prima:
1 febbraio 1933
Napoli Teatro Sannazzaro



«Eduardo De Filippo espressivo, stupendo animatore e assorbitore dei triboli di Giovannino [...]. Un applauso a scena aperta nel secondo atto , un 'ovazione a Eduardo De Filippo per la dramanaticità impressionante e comunicativa del suo: "Si, sono stato io", nel terzo atto». 

(R. F., Il Mattino, Napoli, 
4 febbraio 1933). 


.
.
11. Uomo e galantuomo
Prima: 
23 febbraio 1933
Napoli Teatro Sannazzaro 


Il  Dramma - 15 gennaio 1940

«Diverso tempo fa proposi Uomo e galantuomo a Vincenzino Scarpetta. il titolo era originariamente Fatto il guaio riparerò. Questo titolo venne trovato fra le carte di Scarpetta dalla moglie che andò su tutte le furie pensando che il marito avesse combinato qualche guaio e soltanto dopo che venne chiarito l'equivoco torno la pace in famiglia»
(II Messaggero, 
Roma, 16 luglio 1975).















.
.
.
.
.
.
.
.
.
.


12. Scorzetta di limone
Prima:
11 aprile 1933
Napoli Teatro Sannazzaro


13. Quaranta ma non li dimostra
Prima:
19 aprile 1933
Napoli Teatro Sannazzaro


*****

L'arte della Commedia

Curatore Bruno Esposito

Su Facebook
https://www.facebook.com/EduardoDeFilippoLarteDellaCommedia/


Nessun commento:

Posta un commento