lunedì 14 dicembre 2015

STO CCA'... poesia di Eduardo De Filippo

L'ARTE DELLA COMMEDIA

Nel 1963 Eduardo scrisse per Isabella Quarantotti questa bellissima poesia
STO CCA'...
Sto ccà, Isabè, sto ccà...
Ch'è, nun me vide?
Già, nun me può vedé...
ma stongo ccà.
Sto mmiez' 'e libre,
mmiez' 'e ccarte antiche,
pe' dint' 'e tteratore d' 'o cummò.
Me truove quann' 'o sole tras' 'e squinge
se mpizz' 'e taglio
e appiccia sti ccurnice
ndurate
argiento
grosse e piccerelle
'e lignammo priggiato -
acero
noce
palissandro
mogano -
pareno fenestielle e fenestelle
aperte ncopp' 'o munno...
Me truove quann' 'o sole se fa russo
primmo ca se ne scenne aret' 'e pprete
ndurann' 'e rame 'e ll'albere
e se mpizza
pe' mmiez' 'e fronne,
pe se fa guardà.
Si no, me può truvà, scurato notte,
rint' a cucina
p'arrangià caccosa:
na puntella 'e furmaggio,
na nzalata...
chellu ppoco
ca te supponta 'o stommeco
e te cucche.
Primmo d' 'a luce 'e ll'alba
po'
me  trouve a ttavulino,
c' 'a penna mmiez' ' ddete
e ll'uocchie ncielo
pensanno a chello ca t'aggio cuntato
e ca nun aggio scritto
e ca
va trova
si nun è stato buono
ca se songo perduto sti penziere
distratte
e stanche d'essere penzate
che corrono pe' ll'aria nzieme a me.
E si guarde pe' ll'aria
po' succedere
ca si ce stanno 'e nnuvole
me truove.
'O viento straccia 'e nnuvole
e comme vene vene,
e può truva ciert'uoccie
ca te guardeno
sott' 'a na fronta larga larga
e luonga
e ddoje fosse scavate...
'e può truvà.


Eduardo De Filippo, l'uomo e L'arte della Commedia
Blog creato da Bruno Esposito
Autore associato: Anna De Vita
Seguici anche su Facebook, siamo già in tanti - Qui: Da Scarpetta ad Eduardo, una famiglia di artisti e L'arte della Commedia.
Grazie per aver visitato il nostro blog.


2 commenti:

  1. Una poesia così non lascia spazi a commenti, ma ti lascia solo senza fiato.

    RispondiElimina